Addobbiamo l’albero

Titolo: ADDOBBIAMO L’ALBERO
Classi coinvolte: classi quarte della scuola primaria, composte da 72 bambini.
Discipline coinvolte: La disciplina principalmente coinvolta è stata arte, in quanto riguardava la costruzione del prototipo; tuttavia si è trattato di un lavoro che ha coinvolto anche altre materie:

  • Italiano (produzione di testi descrittivi e regolativi, scritti e orali);
  • Informatica (costruzione di una presentazione power point);
  • Scienze (apprendimento delle principali caratteristiche dei materiali utilizzati);
  • Religione (conoscenza dell’origine e del significato dell’albero di Natale);
  • Inglese (apprendimento dei vocaboli inglesi relativi alle decorazioni natalizie);
  • Geometria (apprendimento e discriminazione delle principali forme geometriche).

Tempi: durata di circa 8 lezioni

Luogo di realizzazione: le aule, organizzate in banchi di quattro.

Metodologia: Gli alunni delle quattro sezioni sono stati mescolati tra loro. A seconda delle varie fasi del lavoro, sono state utilizzate metodologie differenti, in base a quella ritenuta più opportuna; brainstorming, cooperative Learning, condivisione, autovalutazione.

Prodotto: Il prodotto consisteva nella creazione degli addobbi per l’albero di Natale della piazza di Castelcovati, utilizzando materiali di riciclo.

Competenze attesa (conoscenze, abilità/capacità, atteggiamenti/comportamenti):

  • Capacità di manipolare materiali diversi;
  • Conoscenza delle forme geometriche e dei possibili materiali da utilizzare;
  • Collaborazione;
  • Ascolto dei compagni e dell’insegnante;
  • Capacità di negoziare le proprie idee con gli altri membri del gruppo;

Fasi di lavoro:

Proposta iniziale
E’ stato proposto ai bambini di creare gli addobbi per l’albero di Natale della piazza di Castelcovati.

Preparazione (brainstorming)
Durante la prima fase di brainstorming alla lavagna, gli alunni hanno fatto una riflessione in merito alla tipologia dei materiali da utilizzare: poiché dovevano resistere alle intemperie, bisognava utilizzare materiali impermeabili e resistenti, che non si rovinassero e non si bagnassero con la pioggia, la neve e l’umidità.

Organizzazione del lavoro
I bambini sono stati divisi in gruppi da 5, in cui ogni alunno aveva un compito specifico. Ad ogni gruppo è stata consegnata una “scheda progetto” da compilare, in cui veniva loro richiesto di scrivere la progettazione del manufatto pensato (e che nella fase successiva avrebbero dovuto realizzare), la scelta dei materiali, un disegno che mostrasse il manufatto finito.

Organizzazione spazi (setting)
Gli spazi utilizzati sono state le classi. I banchi sono stati disposti a gruppi, accorpati a quattro.

Realizzazione
Una volta completata la scheda progetto, ogni gruppo ha portato a scuola i materiali di riciclo necessari per la produzione del proprio manufatto, e si è messo all'opera.

La realizzazione del prodotto pensato è stata più difficoltosa del previsto: alcuni materiali non si riuscivano a modellare come i bambini avevano pensato, la tempera non copriva in modo omogeneo scritte pre-esistenti sui materiali di riciclo, alcuni pezzi erano difficili da saldare tra loro.

Una volta terminata la realizzazione di questo primo manufatto, c’è stato un momento di condivisione e in cui ogni gruppo spiegava cosa aveva realizzato. In questa fase i bambini hanno anche autovalutato il loro prodotto.

In seguito a questa fase, i bambini sono giunti alla conclusione che non tutti i loro manufatti potevano resistere alle intemperie, e quindi, non erano adeguati alla richiesta iniziale.

Per questo motivo, i vari gruppi si sono nuovamente rimessi in gioco. E’ stato fatto di nuovo un brainstorming alla lavagna, e si è provveduto alla progettazione e alla costruzione di nuovi manufatti, che potessero meglio rispondere alle richieste iniziali.

Sintesi finale
Il risultato finale è stata la costruzione di addobbi di vario tipo, sulle base di materiali diversi: bottiglie di plastica, vaschette di polistirolo, bottoni, bacchette dei ghiaccioli, cannucce, tappi di sughero, nastri, stoffe.
Tali manufatti sono stati poi consegnati dai bambini delle classi quarte e sono stati appesi all'albero di Natale della piazza.

Risorse/strumenti
Gli strumenti utilizzati per la realizzazione dei manufatti erano materiali di riciclo. I bambini si sono serviti della loro fantasia ma anche di internet per cercare di creare addobbi che rispettassero le caratteristiche necessarie.

Valutazione/autovalutazione del percorso e del prodotto da parte degli insegnanti e degli alunni
I bambini si sono messi in gioco e hanno saputo organizzarsi all'interno dei gruppi, mostrando capacità di ascolto e rispetto dei turni di parola. Seppur con qualche difficoltà, sono riusciti a integrare le proprie idee con quelle dei compagni, in modo da rispettare il pensiero e il contributo di ognuno.

Sono stati molto critici anche nel rendersi conto, una volta terminati il primi manufatti, che alcuni di essi non erano adeguati a quanto era stato richiesto, sia per materiali utilizzati che per le dimensioni, al punto che si sono rimessi in gioco per una nuova riflessione e la creazione di altri addobbi.

Il prodotto finale è stato molto apprezzato e rispettava appieno le caratteristiche richieste.